Musica, senza steccati

mercoledì 17 novembre 2010

Le colonne sonore esistono ancora?

08:16 Posted by Igor Principe , 3 comments
Me lo chiedo da tempo: le colonne sonore esistono ancora? La domanda potrebbe apparire senza senso, considerato che non esiste film in giro in cui non ci sia una musica di sottofondo. La domanda diventa allora: le colonne sonore sono ancora colonne o sono diventate dei comodini?

Temo la seconda. Il rapporto di simbiosi tra immagine e musica, che viveva nelle collaborazioni tra Ejzenštejn e Prokofiev, tra Nino Rota e Fellini, tra Morricone e Sergio Leone prima e Tornatore poi, non esiste più. Ciò non significa che i registi non chiamino più i musicisti: penso a Catalano, che lavora - e bene - per Sorrentino od Ozpetek; oppure a Salvatores con Ezio Bosso. Ma in alcuni casi, si rivolgono ai cantautori (esempi sparsi: Carmen Consoli, Vasco Rossi, Bruce Springsteen, Eric Clapton & Sting, Negramaro), e non solo per avere una sorta ti "title-track" del film, ma per affidare loro le musiche originali (ultimo caso, ancora i Negramaro per Vallanzasca).

In altri casi, mi pare che ai musicisti venga chiesto di tessere una trama discreta su cui appoggiare la storia (vedi sopra Catalano). E' come se alla musica venisse chiesto di non farsi ricordare.

Senza voler fare il passatista, mi pare che prima non fosse così. Credo lo dimostri il giochino che segue: provate a pensare a qual è l'ultimo tema cinematografico che vi è rimasto in testa. Il mio è Il Postino.
Se guardo a dopo, tabula rasa. Se guardo a prima, un diluvio di cose, a partire dal Nyman di Lezioni di piano per andare a ritroso passando da John Williams a Bill Conti, a Elmer Bernstein.

Non è un mondo appassito, quello della musica per immagine. Date un occhio a quante cose racconta la rivista Colonne Sonore. O a cosa scrive Luca Pavanel su Fuori Tono. O a cosa si è inventato Moby. Ma è come se non riuscisse a sfornare cose memorabili, nel senso di rimanere nella memoria. Perché?

PS: alt! Di recente ricordo anche il Gladiatore. Ma è per lo "score" della battaglia o per la canzone finale? Qui mi rispondo da solo.

3 commenti:

  1. Mister A_G, il nome che fai merita un post a s stante per parlare dell'evoluzione del mestiere di scrittore di colonne sonore. Ci tornerò, prometto

    RispondiElimina