Musica, senza steccati

mercoledì 23 marzo 2011

Youtube e le nuove forme di creatività musicale

07:16 Posted by Igor Principe , , , No comments
Ho visto sul Post il video lì in basso e un riflesso pavloviano mi ha portato ad una vecchia canzone di Jovanotti, Parola. Inizia così: "Se tutti i grandi libri qualcuno li ha già scritti, se tutte le grandi frasi qualcuno le ha già dette, se tutte le grandi canzoni le hanno già cantate, mi chiedo ragazzi voi che cosa fate?".



Il musicista che ha realizzato il video - l'israeliano Kutiman - ha cercato qui e lì sulla rete e ha dato vita a un piccolo capolavoro. In pratica, ha scritto una canzone scritta da altri. Un mosaico inconsapevole, nel senso che ciascuno di coloro che vi prende parte non sa di esserne una tessera, e totalmente nuovo.

Pensiamoci. Ogni nuova canzone è, appunto, nuova. Ma il procedimento di composizione è quello di sempre: penso una musica, un testo, metto insieme, arrangio, rifinisco. Poi c'è il nuovo che nasce dalla reinterpretazione: Someday my prince will come smette di essere la canzone di Biancaneve e diventa grande jazz.

Qui c'è un nuovo tutto suo. C'è gente che ha fatto musica per fatti propri e ignorandosi bellamente a vicenda. Kutiman stralcia frammenti e li cuce insieme facendone un corpo unico. Fa come le americane di un tempo, che cucivano la coperta del corredo di una futura sposa con frammenti di altre coperte.

Ora, non credo che ciò possa diventare nuova norma compositiva. Però credo dimostri due cose: 1) la creatività si esprime sempre più mettendo in rete cose già esistenti; 2) la musica è nell'aria, e se la sai ascoltare sai anche come farla tua dandole nuova vita.

0 commenti:

Posta un commento