Musica, senza steccati

giovedì 28 aprile 2011

Delay: gli aeroporti secondo Julia Kent

00:30 Posted by Igor Principe , , , No comments
Delay è il titolo di un disco del 2007 di Julia Kent. Ciascuna canzone ha il titolo di un aeroporto. Julia deve avere una predilezione per gli scali italiani, cui dedica tre brani dei dodici del disco: Malpensa, Fontanarosa ed Elmas.

La Kent è una violoncellista canadese, ha una formazione classica e suona un tipo di musica che in questo pezzo della Stampa viene definita "nuova musica classica". Magari mi sbaglio, ma ho l'impressione che di venti nuovi nella musica colta si parli da molto tempo. Credo dall'apparire dei minimalisti, nella metà degli anni Sessanta. Se le cose stanno così, la "nuova musica classica" si avvia a compiere i 50 anni.

Ma torniamo agli aeroporti. Julia Kent li racconta con un violoncello arricchito da effetti, con brani pacati, con armonie lente e reiterate. Se fossero paesaggi, sarebbero pianure. E la pianura è un paesaggio rischioso, perché per indovinarne il fascino devi essere un osservatore attento. Se mare, monti e colli sono estroversi e diretti, e ti mostrano da subito gli elementi del proprio fascino, la pianura è una donna sobria  e riservata, capace però di squarci di bellezza: una cascina lombarda immersa in un pioppeto è affascinante sia quando sa di vento e di azzurro, illuminata dal sole, sia quando sa dell'ovatta nebbiosa che a molti fa crollare il cuore.

I brani di Delay sono dunque pianure rischiose. Esprimono il tempo sospeso dell'attesa per il check-in e l'imbarco, il vagare stanco o curioso tra i negozi del duty-free, le sedute davanti a un giornale o a un portatile che precedono il viaggio. Attività che, di aeroporto in aeroporti, possono essere piacevoli o mortalmente noiose. In questo, la Kent ha centrato il punto. Delay è un disco profondamente reale: ci sono giorni in cui Malpensa è (quasi attraente), altri in cui ti ci impiccheresti.

PS: sempre meglio, comunque, di Music for Airports di Brian Eno. Lì è depressione geografica da sotto il livello del mare.

0 commenti:

Posta un commento