Musica, senza steccati

martedì 22 novembre 2011

Santa Cecilia, patrona della musica (suo malgrado)

03:49 Posted by Igor Principe , , , No comments
Prima di essere il giorno in cui si ricorda l'assassinio di JFK, il 22 novembre è quello in cui si festeggia Santa Cecilia, patrona della musica e dei musicisti. A lei, per capirci, è intitolata l'Accademia romana (tra le più prestigiose istituzioni europee). A lei, suo malgrado.

Basta infatti una rapida lettura di Wikipedia per capire che Cecilia, con la musica, nulla ha a che fare. Vissuta a Roma tra il II e il III secolo, cioè nel periodo peggiore per far professione di fede cristiana, morì come martire insieme al marito Valeriano. Questo è ciò che si sa della sua vita, dove di note e strumenti non c'è notizia.

L'accostamento alla musica è ben postumo. Sempre Wikipedia racconta dello smaccato errore di interpretazione di un passo latino recitato come introduzione alla messa per la stessa Santa. Si parla di una Cecilia che, al suono dell'organo, cantava in silenzio una preghiera al Signore. Organi + canto = santa patrona di musica e musicisti.

Il punto è che gli "organis", secondo un'interpretazione più corretta, non sarebbero quelli presenti nelle chiese, cui le liturgie affidano la solenne scansione dei propri passaggi, bensì dei molto meno piacevoli strumenti di tortura. Se il passo avesse voluto davvero citare gli organi musicali, avrebbe dovuto parlare di hydraulis, l'antichissimo strumento (III sec. a.C.) da cui si ritiene abbia origine quello a noi noto. E che, come si evince dal nome, funzionava grazie a un sistema idraulico a sua volta azionato dalla pressione dell'aria.

Quindi, Santa Cecilia suo malgrado. E comunque, evviva. Potrebbero esserci milioni di ragioni per associare il patronato di musica e musici ad altri santi; ma allo stato degli atti sarebbe crudele verso la povera martire (il guaio l'han fatto altri). E poi, chi lo dice all'Accademia che dovrebbe cambiar nome?

0 commenti:

Posta un commento