Musica, senza steccati

lunedì 5 marzo 2012

Un animale muore, 30 anni fa: John Belushi

04:06 Posted by Igor Principe , , No comments
Spiace constatare di dover ancora parlare di dipartite, ma trent'anni fa se ne andava John Belushi. Musicista per caso, l'"animale (in da house)" era un attore con un'idea ben precisa: essere incasinato. La sua pagina su Wikiquote si apre infatti con questa considerazione: "I miei personaggi dicono che va bene essere incasinati. La gente non deve necessariamente essere perfetta. Non deve essere intelligentissima. Non deve seguire le regole. Può divertirsi. La maggior parte dei film di oggi fa sentire la gente inadeguata. Io no".

Come musicista era meno incasinato. Sfruttò intelligentemente l'idea di uno sketch, si inventò con Dan Aykroyd una coppia di personaggi ed ebbe la forza di farli diventare reali. Perché non dobbiamo dimenticarci di una cosa: i Blues Brothers non esistono. Jake ed Elwood Blues non sono registrati ad alcuna anagrafe. Sono personaggi inventati, come se Butch Cassidy e Sundance Kid fossero andati in giro a suonare country nei locali americani. Eppure, quando penso (e credo di poter dire "pensiamo") ai Blues Brothers io non vedo Dan e John, ma Jake ed Elwood. E, dietro di loro, uno stuolo di gente che, con uno strumento tra le mani, sapeva dove metterle.

Basta questo per rimarcare la grandezza di Jake (John). E anche quella di Dan, che seppe non rimanere attaccato alla fama di Elwood. Per il resto, suggerisco di leggere Ferruccio Gattuso su Yahoo! (di Ferruccio parlerò ancora). E di ascoltare questo irresistibile concentrato di energia.

0 commenti:

Posta un commento