Musica, senza steccati

domenica 3 giugno 2012

Cosa c'entra Schumpeter con i fratelli Gershwin?

13:56 Posted by Igor Principe , , , No comments
Joseph Schumpeter è stato l'economista sui cui studi si fonda la teoria dello sviluppo economico. George e Ira Gershwin sono i fratelli che hanno scritto insieme le più belle canzoni del songbook americano (George la musica, Ira i testi). Cosa c'entra il primo con i secondi? All'apparenza nulla; tuttavia, se si legge il testo di They all laughed diventa facile immaginare un ponte che li unisca.

La canzone (Gershwin bros., 1937) è una lunga sequenza in cui si racconta di personaggi capaci di innovare una visione del mondo. Si parte da Cristoforo Colombo, si prosegue con mr. Edison, i fratelli Wright, Guglielmo Marconi, John Rockfeller e altre personalità capaci di lasciare nella Storia i segni dei balzi in avanti. Ira Gerswhin li tira in ballo per far dire al protagonista: «Tutti ridevano di quelli lì e delle loro visioni, e tutti ridono di me quando dico che ti avrò. Ma ti avrò». Niente massimi sistemi, insomma, ma la solita, eterna, immarcescibile canzone d'amore.

Eppure, dopo averla ascoltata mi è venuto in mente Schumpeter e la sua idea dell'innovazione come "distruzione creativa". Un riflesso pavloviano, che mi ha fatto sorridere mentre ascoltavo per strada il brano, piuttosto ironico. Ecco, se fossi un professore di economia mi piacerebbe, spiegando Schumpeter e le sue teorie, chiudere la lezione facendo suonare quella canzone. Certo, potrebbe starci anche Edoardo Bennato. Ma dopo un'ora di economia, un po' di ironia è necessaria.

0 commenti:

Posta un commento