Musica, senza steccati

venerdì 28 settembre 2012

Tutto il Rinascimento in una chitarra flamenca

02:00 Posted by Igor Principe , , , No comments
A scuola mi hanno insegnato che il Rinascimento è stato il periodo storico in cui gli artisti erano scienziati e gli scienziati artisti. E quasi tutti erano italiani (non starò a farne i nomi: si sanno). Qualche tempo fa, sul Post, ho visto questo video e, dopo esserne stato avvinto, ho subito pensato al Rinascimento. Penso sia facile capirne il motivo.


Il mestiere di liutaio - e in generale di artigiano della musica - è incredibilmente affascinante. La cura della progettazione è da architetto, la scelta del materiale da botanico, la prova delle risonanze da fisico acustico, la scelta di smalti e vernici da chimico. Il posto di lavoro esprime un'operosità intensa ma non affannosa, sideralmente lontana da quegli alveari di stress chiamati uffici; un posto - per dirla con Hemingway - tranquillo e illuminato bene, carico degli aromi del legno e delle resine. In questo scrigno di serenità e ingegno la scienza si mette a servizio dell'arte: prima quella dell'artigiano che dà vita alla chitarra, poi quella dell'artista che dà vita alle note.

In questo Rinascimento, poi, spiccano due protagoniste speciali: la Grecia e la Spagna. Quando se ne parla è, come ieri, per dire che il nervosismo delle loro piazze cittadine si è ripercosso su altre piazze, quelle delle Borse. O, nel caso spagnolo, per elogiare una nazionale di calcio che da quattro anni non fa altro che vincere.

In quel video, la musica è profondamente spagnola e il liutaio è sorprendentemente greco.



0 commenti:

Posta un commento