Musica, senza steccati

lunedì 3 marzo 2014

Oscar a Frozen: Let It Go è una canzone perfetta (pure troppo)

05:50 Posted by Igor Principe , , , , No comments
L'Oscar alla canzone originale è andato a Let It Go, scritta da Kristen Anderson-Lopez e da Robert Lopez per Frozen (che ha vinto anche come film d'animazione). E' stata una scelta ovvia: si tratta di una canzone perfetta, letteralmente vestita sul film.

Che sia tale lo si capisce dalla scena in cui viene cantata, e in particolare da un dettaglio: il crescendo di archi che accompagna il momento in cui la principessa Elsa erige magicamente il suo castello di ghiaccio. Come in un musical - guarda caso, a breve Frozen sbarcherà a Broadway - musica e azione scenica vanno di pari passo. L'effetto è inevitabilmente trascinante. A questo si aggiungano la gran voce dell'interprete, Idina Menzel, un arrangiamento a orologeria (partenza melodica e intimista, arrivo esplosivo e ottimista) e il risultato è certo.

Ha vinto la miglior canzone? Secondo i canoni, sì. Ma ha anche vinto la scelta più ovvia. Nella quaterna delle candidate (Alone not yet alone, tratta dal film omonimo, è stata esclusa perché il suo autore ha rotto le palle ai votanti) c'erano spunti con i quali l'Academy avrebbe dato un segnale di novità pari a quello con cui, sul fronte dei film, ha premiato Gravity (regia, colonna sonora e altre 5 statuette). Non penso tanto alla canzone degli U2, verso i quali non riesco a liberarmi dell'idea che da Achtung Baby (1991) abbiano perso la loro miglior vena. Penso invece a The Moon Song e a Happy. La prima è di Her, la canta Karen O ed è una ballata per chitarra e voce. Semplice e intensa. L'altra è di Cattivissimo me 2, impazza in radio con Pharrell Williams e, per quanto mi riguarda, coerente con il proprio titolo: la ascolto, e mi procura buonumore.

Premiando una delle due - parere del tutto personale: avrei scelto Happy - l'Academy avrebbe fatto una scelta un po' meno scontata. In ogni caso, se ve la siete persa, ecco la canzone vincitrice.

0 commenti:

Posta un commento